Gli ambiziosi piani di Pictet a New York e Shanghai, i progressi della società e gli investimenti sostenibili

L’indirizzo è 712 Fifth Avenue. Lo scorso lunedì 5 ottobre, Pictet ha inaugurato la sua prima sede in territorio americano, a New York. In un’intervista per L’Agefi, il socio senior Renaud de Planta illustra le sue aspettative per tale espansione.

Press interview

Renaud de Planta è socio senior del Gruppo Pictet dal 2019

Intervista pubblicata su L’Agefi di mercoledì 7 ottobre 2020

La banca di Ginevra approda anche sull’altra costa del Pacifico: è infatti prevista per novembre l’apertura della nuova sede nella Cina continentale, a Shanghai. «La Cina è sempre più importante, visto il suo crescente peso negli indici obbligazionari e azionari – afferma Renaud de Planta. – Ciò significa che acquisire solide competenze analitiche relative a questo Paese e al suo tessuto imprenditoriale è diventato inevitabile.»

De Planta spiega inoltre come la sua sede ha vissuto l’emergenza Covid e commenta il consolidamento in corso nel settore delle grandi banche.

Un fondo sovrano svizzero, ma con investimenti all’estero

Renaud de Planta espone infine il suo piano per la creazione di un fondo sovrano con le riserve della Banca nazionale. E spiega perché sia «necessario investire all’estero, in valute che rispondano alle nostre necessità d’importazione. Si tratta di una necessità che molti ancora non hanno compreso.»

*Traduzione da parte del gruppo Pictet

Confirm your selection
By clicking on “Continue”, you acknowledge that you will be redirected to the local website you selected for services available in your region. Please consult the legal notice for detailed local legal requirements applicable to your country. Or you may pursue your current visit by clicking on the “Cancel” button.